Il depliant di presentazione del progetto contiene le principali informazioni: gli obiettivi, il contesto ambientale, le minacce, le azioni e il partenariato, oltre alle informazioni sul programma Life dell'UE e la Rete Natura 2000.

Il depliant è in italiano e in inglese.

News

Il 10 gennaio sono state installate nel Torrente Ambro 12 scatole Vibert per un totale di circa 9000 uova embrionate di trota mediterranea (Stock genetico del Fiume Tenna) (Azione C4 dell’AFTER LIFE). Le uova utilizzate sono state prodotte nel centro ittiogenico di Cantiano (PU) nel corso della stagione riproduttiva 2019-2020 (Azione C2 dell’AFTER LIFE) da riproduttori appartenenti alla linea genetica autoctona e provenienti dal bacino del Fiume Tenna.

Aprile 2019

Dopo le scatole Vibert installate lo scorso dicembre 2018 e gennaio/febbraio 2019, a Marzo è stato svolto un ulteriore intervento di ripopolamento con trote mediterranee (azione C4) dell'After Life. Circa 5000 trotelle di 2-3 cm (stock genetico del Fiume Nera) sono state rilasciate nel Torrente Ussita (Ussita - MC) e nel Fosso il Vallone (Castelsantangelo sul Nera - MC). Un particolare ringraziamento va ai membri del May Fly Club Sibilla, Cristian, Francesco e Sergio, che con la loro azione di volontariato ci hanno aiutato anche in questa occasione! Le scatole Vibert in precedenza installate sono state recuperate.

Guarda il video realizzato da Roberto Lo Monaco per raccontare le attività e gli obiettivi del progetto Life+Trota per la salvaguardia della trota autoctona in Italia. Diffuso in occasione dell'anniversario del programma LIFE e della Direttiva Habitat dell'UE,  il video valorizza, tramite le voci dei partner di progetto, le azioni di conservazione portate avanti nei quattro anni di progetto nei siti della Rete Natura 2000, il principale strumento della politica dell'Unione Europea per la conservazione della biodiversità. Il video, inoltre, mira a valorizzare la sinergia messa in atto tra Università, amministrazioni locali, associazioni e aree protette per contribuire a realizzare non solo azioni di conservazione di una specie di interesse comunitario ma per poter implementare modalità di gestione sostenibile della pesca e avviare un confronto su come garantire un corretto equilibrio fra aspettative dei pescatori sportivi e le esigenze di conservazione.

Clicca QUI per vedere il video (versione integrale in italiano).