Il progetto Life+ TROTA ha come obiettivo la conservazione delle popolazioni esistenti di trota mediterranea (Salmo macrostigma), l'unica trota originaria dell'Italia centro-meridionale, in alcuni importanti bacini idrografici dell’Appennino centrale (Metauro, Cesano, Esino, Potenza, Chienti, Tevere e Tenna). Analisi ambientali, campionamenti ittici, attività di sensibilizzazione, reintroduzione e ripopolamento con trote autoctone: sono solo alcune delle attività di progetto che mirano a “mettere in sicurezza” le ultime popolazioni di Salmo macrostigma e a favorirne la diffusione nei corsi d’acqua appenninici dove è stata progressivamente soppiantata da trote appartenenti alla specie atlantica (Salmo trutta) immesse a scopo di ripopolamento.

News

31 gennaio 2017

A cura del team dei ricercatori Life TROTA

Nella seconda metà del 2017 sono proseguite le attività del progetto Life+ TROTA e sono state effettuate le uscite necessarie a completare le azioni di eradicazione.

Dal sito www.ansa.it (foto: Andrea Splendiani) - 14 gennaio 2017

I resti fossili di pesci risalenti a 14mila anni fa sono stati trovati in una grotta della Calabria e il Dna della cosiddetta “trota dei Flintstones” è stato sequenziato grazie ad uno studio coordinato dal Prof. Vincenzo Caputo Barucchi, dell'università Politecnica delle Marche, partner del progetto Life+ Trota.

Life Trota newsletter

Stay informed on our latest news!